Premio Paolo Vero

Accompagnare i primi passi di giovani talenti della direzione, di orchestra o di coro, italiani o che stanno completando la loro formazione in Italia, è lo scopo del Premio Paolo Vero – per talenti del podio.
Un premio atipico: non tanto e non solo una borsa di studio per sostenere i costi di apprendistato, quanto la possibilità, per il premiato, di essere seguito per un anno intero da personalità del mondo della musica – artisti, giornalisti, agenti, organizzatori – di primissimo piano.
Saranno infatti i singoli membri del Comitato d’onore ad offrire al premiato – individuato annualmente – consigli, raccomandazioni, occasioni di esperienza nella preparazione di concerti e opere e, perché no, prime occasioni di lavoro. Il valore delle occasioni nella costruzione di una carriera non ha prezzo. E di sicuro è senza prezzo l’affetto di tante personalità che hanno aderito con slancio alla creazione di un progetto nuovo sotto molti punti di vista.
Un lascito d’onore, una formula originale: il premiato si impegna a riportare per sempre il Premio nella sua biografia e a restituire, quando la sua carriera lo permetterà, quanto ricevuto in borsa di studio. Saranno così gli stessi premiati a tenere vivo il nome di un artista dalla limpida umanità e profondità musicale e a dare continuità al Premio.
Comitato d’onore – edizione 2015
Roberto Abbado, Priscilla Baglioni, Massimo Biscardi, Rosaria Bronzetti, Angelo Gabrielli, Michele Mariotti, Mauro Meli, Carla Moreni, Marino Moretti, Elena Rizzo, Alessandro Taverna, Floriana Tessitore, Stefano Valanzuolo, Alberto Zedda.

Il Premio è promosso da Giancarlo Liuzzi, l’organizzazione è a cura di Fucina Italia.

Foto di Fabio Parenzan